CicloturismoDalla Valganna al Lago di Lugano

Planimetria

 

Altimetria

  • Partenza e arrivo: Ganna/Lavena Ponte Tresa
  • Distanza: 12 km
  • Dislivello: 240 metri
  • Difficoltà: facile (medio con ritorno)
  • Fondo stradale: 100% asfalto
  •      

    Ganna – Ghirla – Marchirolo – Lavena Ponte Tresa

    Semplice percorso lungo la ciclabile della Valganna che collega il Lago di Ghirla al Lago di Lugano. Il percorso è di media difficoltà se affrontato in senso inverso, in particolare nella prima parte dal lungolago di Ponte Tresa verso Marchirolo. Partendo dalla Badia di Ganna, che merita una visita, si imbocca via Gariboldi (di fronte alla Badia) che in seguito diventa la pista ciclabile, addentrandosi nel bosco e costeggiando il fresco Lago di Ghirla che resta sulla destra. All’incrocio dopo il Campeggio, si prosegue dritti con una breve salita e poi discesa che conduce al Maglio di Ghirla, ben conservato, che sfruttava la corrente del torrente Margorabbia per la lavorazione e la produzione di arnesi agricoli e per i ferri per il bestiame. Il Maglio è ora sede del punto informazioni della Strada dei Sapori delle Valli Varesine, presso cui è possibile assaggiare e acquistare prodotti tipici locali. Attraversando la strada provinciale che collega Ghirla a Cunardo, si prosegue su strada ombreggiata in leggera salita aperta al traffico verso Cugliate. Si lascia sulla sinistra il cimitero, si prosegue verso il semaforo e lo si attraversa proseguendo dritto. Si lascia sulla sinistra la chiesa di Marchirolo e per vie interne aperte al traffico e si segue la segnaletica della pista ciclabile fino ad un cancello in legno sulla sinistra della strada statale nel punto in cui questa comincia a scendere verso Ponte Tresa. Da qui la ciclabile riprende il percorso della vecchia tranvia che collegava Ponte Tresa a Marchirolo, rimasta in funzione fino agli anni ’50. La discesa è dolce e solo in un tratto, e per poche decine di metri, diventa ripida. Ci addentra in uno dei tratti più suggestivi: il Parco dell’Argentera sempre fresco anche nel periodo estivo. Dopo alcune gallerie si esce dalla ciclabile e si arriva sul lungolago di Ponte Tresa passando tra la Caserma dei Carabinieri e il Comune. Girando verso destra si giunge allo stretto di Lavena, che separa per pochi metri l’Italia dalla Svizzera. Girando verso sinistra si giunge a Ponte Tresa, con i suoi numerosi negozi.

    DA VEDERE:

    • La Badia S.Gemolo, a Ganna
    • Il Lago di Ghirla
    • Il Maglio di Ghirla
    • Il Parco dell’Argentera
    • Il lungolago di Ponte Tresa e il lago di Lugano