Noemi Cantele

Noemi Cantele, nata a Varese il 17 luglio del 1981, inizia a correre in bicicletta nel ’93,  dopo aver praticato nuoto ed atletica a livello agonistico.  Da "esordiente" corre per il Pedale Arcisatese, a cui rimane legata fino alla categoria "Allieve", per passare poi nelle file della Ju Sport di Gorla Minore. Debutta da élite nel 2002 nella Acca Due O-Pasta Zara-Lorena Camicie e nel 2004 passa alla UCT Montebelluna.  Nello stesso anno partecipa ai Giochi olimpici di Atene classificandosi tredicesima nella gara in linea.

Dal 2005 corre nel team svizzero Bigla, guidato dall'ex ciclista professionista Felice Puttini. Proprio con la squadra svizzera si è imposta come una delle migliori cicliste italiane ed ha conquistato in pianta stabile la maglia azzurra.

Nel marzo del 2008 giunge quattordicesima al Trofeo Alfredo Binda-Comune di Cittiglio, prima gara della Coppa del Mondo. Nello stesso anno si aggiudica il Gran Premio Comuni di Riparbella e Montescudaio, battendo atlete del calibro di Regina Schleicher, Judith Arndt e Fabiana Luperini. A giugno, prima di partecipare al Giro Donne (ventesima in classifica generale), prende parte alla Settimana Tricolore 2008 di Sondrio, terminando al quinto posto. Ai Giochi di Pechino partecipa alla gara in linea del 10 agosto, classificandosi quindicesima. Ai Mondiali di Varese rimane fuori dalla fuga decisiva, staccatasi dal gruppo principale nell'ultimo giro del circuito cittadino, classificandosi al trentasettesimo posto.

La stagione 2009 inizia con la partecipazione al Giro del Qatar, in cui coglie un 10º posto finale. Alla fine dello stesso mese conquista il secondo posto alla Omloop Het Nieuwsblad, seguito dalla vittoria del GP di Brissago il 7 marzo  e da un altro secondo posto, al GP di Chambery. Si aggiudica il terzo posto nel Gran Premio Comuni di Riparbella-Montescudaio e il quarto nel Gran Premio Comuni di Santa Luce-Castellina. Al Trofeo Alfredo Binda-Comune di Cittiglio, si classifica trentunesima.
Al Giro delle Fiandre si classifica ottava, guadagnando i primi 18 punti nella classifica della Coppa del Mondo. Prosegue poi la stagione con altre gare nei Paesi Bassi ed in Belgio.
Nella quarta gara della Coppa del Mondo, La Flèche Wallonne Femmes, ottiene un quinto posto che le assegna altri 27 punti nella classifica generale. Il 10 maggio partecipa alla quinta gara di Coppa del mondo, la Berner Rundfahrt, ma è costretta a ritirarsi. In Francia partecipa al Tour de l'Aude, classificandosi diciannovesima.
A giugno, durante la Settimana Tricolore 2009 ad Imola, si laurea Campionessa italiana a cronometro della categoria Elite, battendo la campionessa in carica e specialista Tatiana Guderzo.
Al Giro Donne 2009 gareggia per la prima volta con la maglia tricolore.  Il 13 settembre conquista la quinta vittoria stagionale, aggiudicandosi la "Giornata del ciclismo rosa", battendo allo sprint Julia Martissova, Edita Pucinskaite e Tatiana Guderzo. Partecipa alla gara a cronometro e a quella in linea ai Mondiali di Mendrisio. Nella prima conquista la medaglia d'argento. Nella gara in linea guadagna invece un terzo posto. Conclude la stagione vincendo per la quinta volta consecutiva il "Varesino d'oro", riconoscimento assegnato ai migliori della stagione tra gli atleti della Provincia di Varese. Nel ranking UCI si classifica sesta, con 509 punti.

Al termine della stagione 2009, annuncia il passaggio al Team HTC-Columbia Women.
Il 28 marzo 2010 partecipa al Trofeo Binda di Cittiglio terminando in quinta posizione, prima tra le italiane. La prima vittoria arriva in agosto, nella Classica Città di Padova, seguita pochi giorni dopo dalla riconferma alla Giornata del Ciclismo Rosa a Nove, altra corsa nazionale vinta già l'anno precedente. Viene convocata per la nona volta nella rappresentativa élite per i mondiali di Melbourne, prendendo parte sia alla gara in linea sia alla cronometro. A settembre, al Giro della Toscana chiude la corsa al terzo posto.

Dal 2012 corre con la maglia del team italiano BePink.